dalf-c1-preparation-delf-bonjourdefrance20

Questo si che si chiama esame! Tra il B2 e il C1 c’è un abisso di differenza. Io parlo e scrivo francese da ormai 8 anni a lavoro ma nonostante questo prepararsi a quest’esame non è stata una cosa da poco. Il problema principale è che l’esame ha prove cosi’ specifiche che bisogna assolutamente comprare il libro di simulazione ed esercitarsi molto. Insomma, non basta parlare bene francese…! Devo dire pero’ che non ho mai studiato francese a scuola, quindi forse mi mancava una bella base di grammatica. Comunque, per questa impresa (per me) titanica, prima di iniziare mi sono munita dei seguenti LIBRI:

* Un libro di simulazione delle prove: DALF C1/C2 che in generale non mi è piaciuto molto. L’ho trovato un po’ confuso e con molti esercizi che non sono proprio quelli delle prove (comunque almeno il CD con le prove di ascolto orali sono utili)

* Un libro di grammatica per ripassarla tutta Grammaire progréssive du Français – niveau perfectionnement di M. Grégoire e A. Kostucki. Questa si che è stata utile! Soprattutto l’ultima parte sui connettori che servono per la prova di elaborazione scritta

* Un libro sulla coniugazione francese. Si può tranquillamente usare anche Reverso su internet (sono io che sono affezionata ai libri)

* Infine mi sono fatta una SCORTA DI SITI INTERNET DA CONSULTARE:

ESEMPIO DELLE PROVE
ALTRI ESEMPI

Un buon dizionario online con pronuncia ma non tanto pratico (ricerca lenta)
Un buon dizionario online ma senza pronuncia
Un altro dizionario

Il miglior sito per prepararsi all’esame in francese (secondo me)
Il secondo miglior sito per prepararsi all’esame in francese (secondo me)
Le français entre quat’z’yeux, il blog di Federica
Presentazione C1
Comprensione orale C1
Produzione orale

Esempi di prove
Riuscire l’orale
Esempi di sintesi
Altre sintesi

Esempio di saggio argomentativo
Esempio 2 di saggio argomentativo
Esempio 3 di saggio argomentativo
Consiglio per il saggio argomentativo
Saggio breve esame di maturità
Saggio argomentativo
Come strutturare l’esame

Una buona sintesi

Vuoi imparare il francese online?
Ascoltare la radio
Letture per gli appassionati di storia medievale
Letture per appassionati di Balcani
Leggere e imparare un po’ di vocabolario

Consiglio: trovate un argomento che vi interessa: calcio, storia, piante, informatica, fumetti, qualsiasi cosa…. e leggetevelo in francese! Non c’è cosa peggiore di dover imparare una lingua straniera su qualcosa che non ci interessa per niente!

Bisogna dire che al momento dell’iscrizione potete scegliere tra due aeree: quella letteraria o quella scientifica. In base a questo avrete delle prove diverse. Diciamo che anche se non siete dei ricercatori scientifici di solito la parte scientifica è più semplice a livello lessicale. La parte letteraria invece comporta una serie notevole di conoscenze letterarie (vedere la terza parte di Elaborazione scritta). Io comunque ho scelto quella letteraria.

Detto questo vediamo come sono strutturate le prove.

Le prove seguenti (comprensione orale, comprensione scritta e elaborazione scritta) fanno parte di un BLOCCO UNICO DI PROVA che dura 4 ore. Non c’è molto tempo per rileggere e controllare, bisogna saperle fare una dopo l’altra bene e velocemente.

PRIMA PARTE – COMPRENSIONE ORALE

E’ costituita da una prima parte d’ASCOLTO ORALE (circa 40 minuti) con un ascolto lungo e l’altro breve.

La prima prova si ascolta due volte. Durante la prima è bene prendere note sul margine destro del foglio (bisogna riuscire a prendere veloce e bene appunti in francese). Poi si riascolta e si inizia a rispondere per bene alle domande.

La seconda prova si ascolta solo una volta ma gli estratti sonori sono più’ brevi.

Primo consiglio: ascoltate tanta radio. E anche la pubblicità!! Spesso sono queste che si trovano nella seconda prova! Potete provare a trascrivere quello che sentite per esempio, anche solo per esercitarvi a prendere appunti in francese.

Secondo consiglio: fate tutti gli esercizi orali del testo di preparazione che comprerete! diciamo che ci vuole un litro e mezzo di caffè per non addormentarsi dalla noia degli ascolti ma è importante per farsi l’orecchio, nonché per capire i tranelli delle domande perché alcune domande che credevo di aver risposto correttamente (nel senso, avevo capito tutto al 100% in francese) in realtà ho dato delle risposte sbagliate perché le tre possibili risposte si assomigliano moltissimo…. e allora bisogna stare attenti veramente a ogni sfumatura…. che rabbia!!

 

SECONDA PARTE – COMPRENSIONE SCRITTA

La parte di COMPRENSIONE SCRITTA (50 minuti in tutto), nonostante la difficoltà dei testi e le 2500 domande in 50 minuti 🙂 , è forse quella più’ semplice per noi italiani. Pero’ bisogna leggere velocissimo il testo, sottolineare già a prima lettura le parti più’ importanti, poi rispondere velocemente e bene alle varie domande.La parte più’ difficile è il riconoscimento dei generi letterari che dice sia parte integrante di questa prova. Io personalmente, nelle simulazioni che ho fatto, e anche durante l’esame, non ho trovata la domanda sui generi letterari! E meno male, per una volta in tutto l’esame, prende bene !!! Per chi ha fatto la maturità 15 anni fa, si prega di rispolverare il concetto di tema, saggio breve, ecc.! Per dare un’idea ecco due link sui generi letterari, il primo in francese e il secondo in italiano.

Il DALF C1/C2 da alla pagine 63 una lista di generi letterari ma, secondo me, senza nessun esempio, lasciano un po’ il tempo che trovano. Ho cercato invece su internet qualche esempio:

1. Analyse – analisi:  questa non rientra nella lista dei generi letterari, non so perché ce l’hanno messa. Penso che sia più che altro un metodo per analizzare un testo utile per la prova della sintesi (parte terza dell’esame). Secondo la definizione del  DALF C1/C2 la sintesi “decompone gli elementi costitutivi di un argomento per trarne i rapporti e darne uno schema d’insieme” 

2. Biographie – biografia: storia della vita di una persona. Si può scrivere su chiunque.. politico, religioso, cantante, scrittore…  Hanno già fatto per esempio diverse biografie su Bob Dylan, anche se non è ancora morto!!

3. Critique – critica: testo che lancia un attacco, si chiama anche polemica. Quando il testo è particolarmente aggressivo si chiama phamplet che è un breve saggio con il quale l’autore sostiene, con esso, un argomento di attualità (sociale o politica) in modo dichiaratamente di parte e con intento polemico o satirico; ha lo scopo di risvegliare la coscienza popolare su un tema che divide. L’enunciazione è sempre in prima persona, e assume toni generalmente critici e irriverenti. Dal punto di vista esteriore, il pamphlet è spesso un testo breve, anche se non necessariamente.

4. Cronique – cronaca è una semplice forma di narrazione storica che segue il criterio cronologico, riportando gli eventi anno per anno senza dare un’analisi critica e valutativa dei fatti o prendere in considerazione cause, interferenze o ripercussioni degli eventi riportati. Per chi ha delle seppur lontane reminiscenze di latino, una cronaca è per esempio “De bello Gallico” di Giulio Cesare!

5. Editorial – articolo di fondo o semplicemente “fondo”: è un articolo scritto dal direttore responsabile di un giornale che si trova nella posizione di massimo prestigio: in alto a sinistra nella prima pagina di un quotidiano o nella terza pagina di un periodico (per es. tutti forse hanno a casa “Geo” o qualsiasi altra rivista mensile.. ecco il periodico apre praticamente la rivista e di solito inizia con “cari lettori”)

6. Entretien – colloquio: anche questa non si trova nella lista dei generi letterari anche se il testo per prepararsi all’esame ne parla definendolo “testo sotto forma di dialogo”.

7Essaie – saggio: è un’opera di riflessione che parla di soggetti diversi e esposti in maniera personale e soggettiva dall’autore che puo’ dare la sua opinone a favore o contro. E’ un genere letterario che si presta bene alla riflessione filosofica ma anche ad altri campi come i saggi storici, scientifici, politici ecc. L’autore è chiamato “saggista” (essayiste).

8.   Mémoires universitaires – tesi di laurea: testo destinato a sostenere una tesi presso un’istituzione accademica.

9. Plaidoyer – arringa in difesa di una persona, di un’idea o di un’istituzione

10. Préface – prefazione che è un testo che l’autore di un libro, o altra persona (come ad esempio un curatore), pone all’inizio dell’opera per illustrarne alcuni profili, quali il contenuto del libro stesso, il metodo di lavoro dell’autore, i criteri di giudizio. 

11. Reportage  in ambito giornalistico sono testi che riportano una testimonianza diretta

12. Réquisitoire – requisitoria: discorso scritto con il quale si accusa qualcuno elencando i suoi sbagli e le sue colpe. Anche questa non si trova su internet come vero e proprio genere letterario ma è bene tenere a mente che è un’accusa contro qualcuno (come in tribunale)

13. Révues de presse – rassegna stampa ricerca e specifica selezione degli articoli che parlano di un preciso cliente, o di un evento in particolare, o anche di un’ azienda.

14. Roman – romanzo: testo caratterizzato essenzialmente per una narrazione inventata più’ o meno lunga. Come si riconosce? Esempi di romanzi ce ne sono a volontà, scusatemi ma i primi che mi vengono in mente sono per esempio “Orgoglio e Pregiudizio”, “Cime tempestose” (due bei mattoni di romanzi ma niente a che vedere col francese!!)

15. Synthèse – sintesi: anche questa non figura propriamente nella lista dei generi letterari. Io penso che sia stata inserita nella lista perché fa parte di una delle due prove della produzione scritta, quella appunto della synthèse, sintesi. Vi lascio leggere il paragrafo seguente.

TERZA PARTE – ELABORAZIONE SCRITTA 

(sintesi e saggio di tipo argomentativo)

La parte di ELABORAZIONE SCRITTA (2 ore e mezza) è in assoluto la più’ complicata per due motivi (e che chiaramente arriva proprio alla fine dell’esame!!): il tempo, relativamente poco, e la metodologia particolare (struttura e connettori). Inoltre, non si può’ usare il vocabolario. Sarebbe bene per questa prova che qualcuno vi correggesse i temi a casa se non fate un corso.

Premessa: il dit, si contano come 2 parole, c’est-à-dire 1 sola !!!

Dati due o tre testi che trattano dello stesso argomento bisogna:

– fare una synthèse (circa 220 parole) ovvero una sintesi. Cioè: elaborare un nuovo testo che non sia un copia incolla dei primi due ma una “fusione” senza ripetizioni e fatta in modo coerente dei testi dati. Quindi:

– leggere e capire bene i testi

– cercare di dividere ogni paragrafo e sottolineare le frasi o idee essenziali

– se non è troppo lungo e complicato, anche usando delle abbreviazioni, fare due o più colonne in base ai testi dati e scriverne le idee essenziali. In modo da eliminare le idee doppione e capire già come sintetizzare i testi in modo coerente.

– a questo punto fare una sintesi dei due testi senza creare DOPPIONI o fare un banale COPIA-INCOLLA ma creando un testo scorrevole, bello da leggere. Va bene ogni tanto usare delle parole chiave riprese nel testo ma MAI copiare intere frasi! L’uso dei CONNETTORI è fondamentale con uno stile pero’ neutro senza nessun tipo di giudizio personale (quindi sono BANDITI connettori di tipo secondo me, fortunatamente, sfortunatamente, io direi che ecc.). Cerchiamo prima della prova di stamparsene in mente alcuni fondamentali (almeno per usarne uno per tipo):

Tout d’abord – per iniziare
ensuite – per continuare
d’un côté.. d’un autre côté – per mettere in contrasto
aussi bien… que – per comparare
Malgré le fait que, tandis que, néanmoins – per introdurre una concessione
A cause de, étant donné que, vu que.., considéré le fait que…, en raison de… – per introdurre una causa (io eviterei “comme” che è abbastanza colloquiale)
De ce fait, c’est pour cette raison que, en conséquence – per introdurre una consequenza (bandire donc ou alors)
De plus, en outre, par ailleurs, également – per aggiungere
Enfin, en conclusion – per concludere
– Una volta finito, se abbiamo ancora tempo, cerchiamo di sostituire alcune parole usate con dei sinonimi un po’ piu’ carini, tipo faire con produire o dire con affirmer. Esattamente come si farebbe in italiano.
– contare bene che le parole siano circa 220.

Io ho trovato utilissimi tutti i connettori elencati alle pagine 264-265 del libro di perfezionamento di francese Grammaire progréssive du Français – niveau perfectionnement di M. Grégoire e A. Kostucki.  In generale trovo che sia un ripasso di grammatica ottimo per il livello di questo esame (non troppo ma neanche troppo poco 🙂

Sfiniti da questa prova, ecco che parte forse la prova più’ difficile dell’esame, l’essaie argumenté (circa 250 parole + o – 10 %), cioè  un saggio di tipo argomentativo. (scusate, ma mi ha fatto fare un salto indietro nel tempo nel lontano 2000 con il mio saggio breve su Giolitti alla maturità!)

 

Si tratta di un componimento in cui l’autore esprime una propria tesi e ne dimostra la validità grazie al materiale a sua disposizione che, quindi, ha una sua precisa utilità all’interno del testo.

Si inizia quindi con un  titolo, un’introduzione, una parte centrale esaminando un po’ il contenuto dei testi, si espone la nostra idea con qualche esempio personale ed infine si conclude con una bella conclusione Qui i CONNETTORI sono fondamentali. Obbligatorio, tanto obbligatorio da non passare l’esame, LA PROPRIA OPINIONE PERSONALE.

In questo sito troverete un schema generale per redarre il saggio breve (ma uno in generale, non argomentativo)
 

Secondo la traccia, capire che tipo di testo ci è richiesto. Secondo le prove di simulazione che ho fatto ecco alcuni temi:

1. (sul commercio equo e solidale): L’association Minga a ouvert sur son site un débat sur le concept de commerce équitable. Vous envoyez votre contribution en exposant la manière dont ce concept trouve sa place dans votre pays et en donnant très clairement votre opinion là-dessus.

2. (sulla vita extraterrestre) Une revue scientifique organise un forum sur le thème: y a t il une vie extraterrestre? Vous avez beaucoup de doutes là-dessous. Vous envoyez une partécipation au forum et vous faites part des ces doutes de façon humoristique mais convaincante”

3. (sull’estinzione degli animali): Vous écrivez à la rédaction d’un journal pour donner votre avis sur les causes défendues par les écologistes. Vous expliquez quelles sont selon vous la valeur et les limites des positions adoptées par les écologistes, notamment quand elles entrent en conflit avec d’autres intérêts. 

ORTOGRAFIA!!
Per scrivere bene in francese è fondamentale una conoscenza ottima dell‘ORTOGRAFIA:

Fondamentale, e sottolineo fondamentale, ristudiare la regola degli accenti in francese (che è difficile si, ma con un po’ di dritte neanche impossibile)
http://sosgrammaire.voila.net/moaccent.htmlAccento ACUTO: é 1 ) Si trova quando questa vocale è la prima di una parola, come écouter, énorme
2 ) quando è l’ultima lettera di una parola come Terminé, la fumée

3 ) Si trova la -é, nei prefissi : dé, mé, pré, tré, come Dételer, médire, préavis, trépasser. 

Nessun accento:  quando la e è seguita da d, f, r, z in finale di parola come -Clef, pied, donner, nez

Accento GRAVE: è – come première

1) Si trova a fine parola + s come succès, progrès
2 ) Si trova quando è seguita da una sillaba con una -e muta come collège, il complète
 
3) à o ù si trovano nelle parole omofone, quelle che hanno lo stesso suono ma una viene accentata appunto per distinguerla a/à – ou/où – la/là -( e composti), es.

Je vais à l’école (vado a scuola)
Julie a faim (Julie ha fame)

Accento circonflesso ê, â, î, ô, û

1) si trova dove prima in italiano c’era una S che in seguito è caduta come  fête (festa), fenêtre (finestra)
1 ) sulle o dei pronomi possessivi come le nôtre
2 ) Sulle -i dei verbi in -aître e -oître con il/elle ” et “il plaît ” come il connaît, il paraîtra, il croît.
3 ) Sulle -i delle tre parole in -ître, bélître (mendicante), épître (epistola), huître (ostrica)
4 ) Sulle -a della finale “âtre” come grisâtre (ma non su “iatre” come psychiatre).
5 ) Con nous e vous al passato remoto et il/elle al congiuntivo imperfetto come Nous criâmes, vous salîtes, qu’il/elle chantât,
6 ) Ai participi passati dei verbi masc. singolari: crû, dû, mû, recrû, redû (ma non PU)
7 ) L’ accento circonflesso puo’ sparire nelle parole derivate come Cône/conique, râteau/ratisser,…

e MAI accentata:
se è seguita da una consolante doppia o una x come  fillette, perplexe

VERBI

Ripassare tutti i verbi. Sappiate che nello scritto di solito i verbi si mettono alla terza persona plurale, quindi fare soprattutto attenzione a questa forma (e anche alla prima per il saggio argomentativo).

Un po’ di verbi da ripassare (alla terza persona plurale dell’indicativo presente, imperfetto, passato prossimo, futuro, condizionale presente + congiuntivo):

vendre – ils vendent – ils vendaient – ils venderont – vendraient – qu’ils vendent
aller – ils vont – ils allaient – ils iront – ils iraient – qu’ils aillent
savoir ils savent – ils savaient – ils sauront – ils sauraient – qu’ils sachent
commencer ils commencent – ils commencaient – ils commenceront – ils commenceraient – qu’ils commencent
tenir – ils tiennet – ils tenaient – ils tiendront – ils tiendraient – qu’ils tiennent
appeler ils appellent – ils appelaient – ils appeleront – ils appeleraient  – qu’ils appellent –
dire ils disent – ils disaient – ils diront – ils diraient – qu’ils disent
mettre – ils mettent – ils mettaient – ils mettront – ils mettraient – qu’ils mettent
pouvoir – ils peuvent – ils pouvaient – ils pourront – ils pourraient  – qu’ils puissent
vouloir – ils veulent – ils voulaient – ils voudront – ils voudraient – qu’ils veuillent
choisir – ils choisissent – ils choisissaient – ils choisiront – ils choisiraient – qu’ils choisissent
venir -ils  viennent – venaient – viendront – viendraient – qu’ils viennent
perdre – ils perdent – perdaient – perdront – perdraient – qu’ils perdent
finir – ils finissent – finissaient – finiront – finiraient – qu’ils finissent
faire ils font – faisaient – feront – feraient – qu’ils fassent
voir – ils voient – voyaient – verront – ils verraient –  qu’ils voient (ma voyons et voyez)
partir ils partent – partaient – parteront – parteraient – qu’ils partent
p.s. il futuro e il condizionale di solito hanno la stessa radice.

 

QUARTA E ULTIMA PARTE – PROVA ORALE

 

La parte ORALE sembra facile ma non lo è. Vengono dati piu’ testi su uno stesso argomento. Con un tempo di preparazione di 60 minuti bisogna saper esporre in seguito l’argomento 15 minuti da soli e gli ultimi 15 minuti facendo un dibattito con l’esaminatore. Gli argomenti sono abbastanza difficili, niente a che vedere con il B2 di inglese che richiedeva di parlare del rapporto con i vicini di casa!!!! Ecco, per intendersi alcuni argomenti che ho trovato nelle prove di preparazione:

– Dalle superstizioni e credenze popolari nel Medioevo per passare alle tradizioni rinascimentali e arrivare ai nostri giorni con la festa di San Valentino..

– I biocarburanti…
I problemi sociali delle banlieu parigine…
– Il razzismo nel gioco del calcio…
L’uso delle biciclette nelle città…
– Il problema delle scuole miste
– Le difficoltà degli adolescenti
– La nozione di “Diritti dell’uomo”
– Che fine farà il nostro pianeta
– La lotta contro i dolori – l’eutanasia
– Limiti del commercio equo e solidale
Come sta cambiando il turismo in Croazia? 

L’ultimo me lo sono inventato io, ho cercato un argomento che mi interessava, il il turismo in Croazia, e in base a due testi trovati su internet ho fatto: una prova di esame orale, poi anche una sintesi e infine anche un saggio argomentativo con un titolo inventato da me 🙂

QUI trovate un esempio dell’esame su youtube.

Se avete domande sono a vostra completa disposizione per rispondervi e aiutarvi! 🙂
Annunci

11 risposte a “

  1. Ciao!
    Grazie per il blog, è fatto veramente molto bene! Sto cercando del materiale per preparare il DELF B2 da autodidatta (sono un B1 in questo momento, o poco più).
    Prove d’esame, audio, testi, suggerimenti di siti e…chi più ne ha più ne metta! Ho fatto un pò di ricerche, ma non sono riuscita a trovare quasi nulla, se non questo blog (grazie di nuovo a che l’ha fatto!), che però è per il Dalf C1. Hai qualche suggerimento al riguardo? Spero di sì!! Grazie!
    Marina

    Mi piace

  2. Ciao!
    Grazie per il blog, è fatto veramente molto bene! Sto cercando del materiale per preparare il DELF B2 da autodidatta (sono un B1 in questo momento, o poco più).
    Prove d’esame, audio, testi, suggerimenti di siti e…chi più ne ha più ne metta! Ho fatto un pò di ricerche, ma non sono riuscita a trovare quasi nulla, se non questo blog (grazie di nuovo a che l’ha fatto!), che però è per il Dalf C1. Hai qualche suggerimento al riguardo? Spero di sì!! Grazie!
    Marina

    Mi piace

    • Ciao Marina,
      grazie per i complimenti perché il post l’ho scritto io 🙂 Mi sembrava di averti già risposto ma forse mi sbaglio con un’altra domanda simile… o forse si trattava d’inglese, non di francese! Se vuoi mi informo con una mia amica che ha passato il B2 di francese da poco e ti faccio sapere al più’ presto! 🙂 Monia

      Mi piace

  3. Ciao Monia, grazie! (di nulla per i complimenti, è fatto molto bene!!). Se riuscissi a sentire la tua amica sarebbe una gran cosa per me, non solo faccio un pò di fatica a trovare notizie utili on-line, ma non conosco neanche nessuno che l’abbia fatto! Grazie ancora! A presto e buona giornata!

    Mi piace

  4. Ciao Monia, grazie. Gentilissima, sia per aver provato a raccogliere informazioni, che per il post (utile!!). Mi metterò a studiare a Gennaio. Spero di non avere altre domande, ma nel caso ti disturberò con l’anno nuovo! 🙂 Un saluto e a questo punto: Auguri di buone Feste!

    Mi piace

  5. Ciao!! Complimenti per il blog e per il post in particolare, è davvero utilissimo e dettagliato!! Volevo chiederti: all’incirca quanto ci hai messo per preparare l’esame?

    Mi piace

  6. Grazie per aver scritto questo articolo. Ho intenzione di tentare quest’impresa del C1, ma mi ero spaventata perché avevo capito che la produzione scritta fosse di 1000 parole! Sul sito ufficiale non è molto chiaro… 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...