Consigli su come passare il FCE (inglese B2)

Questo è il post più letto di tutto il blog. E’ infatti da 3 anni che molti lettori arrivano sulla mia pagina per avere dei consigli per passare questo esame di lingua che pur di livello medio è comunque un buonissimo certificato di lingua da mettere nel curriculum.

Ricordiamo anche che gli italiani non sono particolarmente famosi nel mondo per le loro doti linguistiche. Diciamo anche che all’estero (ci vivo da 10 anni 🙂 ) vi chiederanno di parlare subito in inglese, senza bisogno di “mostrare” nessun un certificato di lingua. Questa cosa dei certificati (foglio & timbro) fa parte in particolare della cultura italiana, ma puo’ essere comunque una buona cosa da mettere nel proprio cv (almeno in Italia). E comunque in Italia farete la differenza tra chi dirà di “sapere l’inglese” e chi invece avrà fatto questo esame.

(Sulle differenze culturali tra l’Italia e paesi nel nord europei, i primi mesi all’estero e le inevitabili difficoltà linguistiche dei primi tempi – anche se in mano si ha il certificato di lingua piu’ richiesto del mondo 🙂 – scrivero’ un altro post 🙂 )

fce

Quando pensai 3 anni fa di trascrivere tutti i miei appunti su Internet francamente non avrei mai pensato che avrebbe avuto cosi’ tanto successo. Per me successo non vuol dire soldi, ma semplicemente sono felice del fatto che la conoscenza viene trasmessa da una persona all’altra e chissà che un giorno anch’io troverò a mia volta su Internet qualcosa di utile per passare un esame particolare.

Quindi linguisti di tutto il mondo unitevi. Se avete qualcosa di interessante da dire o aggiungere a questo post fatevi avanti. Vi risponderò appena possibile.

Il B2 FCE l’ho preparato da privatista in circa 3 mesi consacrando una giornata intera alla settimana allo studio sistematico dell’inglese (con prove dell’esame). Il resto della settimana lo passavo sentendo la radio in inglese o leggendo qualsiasi articolo che mi interessasse in questa lingua. E’ cosi’ che si fa una full immersion quando non si può partire 3 mesi in Inghilterra.

Per capire il mio livello sono andata in una vera scuola di lingua (ho bandito Internet per una volta) e ho fatto un test che mi ha dato come risultato un livello tra B2 e C1. Io non avevo molto tempo e lo facevo quasi più per piacere personale, oltre al fatto di mettere un certificato di lingua aggiornato sul cv, e quindi ho deciso di prepararlo da privatista, sapendo che se avessi davvero passato questo esame con un voto stratosferico avrei comunque ottenuto automaticamente il livello C1.

Diciamo che nella nostra era c’è uno strumento utilissimo che 20 anni era quasi sconosciuto: Internet, utilissimo per la preparazione di qualsiasi esame di lingua (vi ricordo che 20 anni fa sentire per esempio la radio in inglese non era propria un’impresa facilissima!) E l’inglese è la lingua più studiata al mondo, si trovano film, musica, libri dappertutto! Yes, we can, se vogliamo e se ci mettiamo a studiare sistematicamente tutte le settimane.

english

COME SI COMPONE QUESTO ESAME

Allora, in parole povere, questo esame si articola di 5 parti:

    • la parte orale (speaking),
    • la parte di produzione scritta (writing)
    • la parte di comprensioni di tre testi scritta (si chiama reading ma io la chiamerei meglio understanding! 🙂 )
    • la parte di grammatica (use of English)
    • ed infine quella di ascolto (listening)

Escluso lo speaking per tutte le altre bisogna verificare bene il tempo a disposizione. Perché non solo bisogna avere una padronanza abbastanza buona della lingua inglese ma bisogna anche fare particolarmente VELOCE a fare gli esercizi. Io per esempio sono rimasta fregata alla terza parte del reading perché avevo dato troppo tempo alle prime due e la terza l’ho dovuta quasi mettere a caso perché non avevo piu’ tempo.

ATTENZIONE:

Secondo le informazioni di Stefano, uno dei ragazzi che ha preparato l’esame anche grazie a questo post e l’ha passato, l’esame FCE 2015 è cambiato nella parte del writing: la prima parte è sempre un essay, mentre nella seconda si può decidere tra lettera informale/formale (letter of application), articolo o review! Mi raccomando quindi di verificare gli aggiornamenti delle prove anno dopo anno.

SPEAKING

La parte orale consiste di due parti. La prima dove si parla del più e del meno (di dove sei? ti piace dove vivi? queste cose qua che se uno studia inglese dalla prima media si spera che le sappia dire…) e la seconda un tantino più’ difficile:  consiste nella descrizione di qualche immagine, prima da sola e poi con il candidato che svolge l’esame insieme a te. Ci sono moltissimi esempi su internet, uno er tutti.

WRITING

Consiste in varie prove di scrittura (email, lettera formale e informale, temino, articolo, storia nel passato, recensione e resoconto). Prima di cimentarsi in inglese, assicurarsi che questi tipi di scrittura siano ben chiari anche in italiano 🙂 Alcune prevedono una lingua formale, altre informale, alcune devono essere fatte con titolo, altre senza. Ogni tipo di scrittura prevede un numero di paragrafi diversi. E ognuna ha anche delle formule di inizio e di chiusura. Tenendo presente tutte queste regole con un minimo di fluenza nello scrivere potete ottenere un buon punteggio in questa prova. Considerate che in questa prova avete molta scelta.

Io sono andata su youtube e mi sono ascoltata i consigli di questa scuola in Portagallo che ha messo online tutte queste preziosissime informazioni (un video per ogni tipo di redazione).

La prova si compone di due parti. La part 1 è sempre a scelta tra email e lettera informale. La part 2 invece è a scelta tra il temino, resoconto, articolo o storia. Quindi siete voi che scegliete cosa fare!

EMAIL o INFORMAL LETTER  Lingua informale, formule di apertura tipo hi!, Hello!, dear. Abbondare con i punti di esclamazione (?/!!!!/), abbreviazioni, formule di chiusura come take care of yourself, I have to leave off now. Nessuna indicazione sul numero dei paragrafi (perchè in una email in realtà i paragrafi non ci sono!).

Non é necessario mettere nessun titolo

FORMAL LETTER, lingua formale senza abbreviazioni. Le formule di apertura: Dear Mr./Mrs. X oppure Dear Sir and Madam e formule da imparare tipo I’ve just read that / I’m interested in / I’m writing in regard to…. which apparead e formule di chiusura come Your sincerely,  Your faithfully. Non è necessario mettere nessun titolo!

– ESSAY ovvero un temino. Stile formale, nessun tipo di abbreviazioni. In questa prova attenzione alla struttura dei paragrafi che devono essere: 1 introduzione, 2 parti centrali e 1 parte finale (in tutto 4). Ci sarà bisogno di usare anche dei connettori tipo nowadays, moreover, in addiction, in one hand, in the other hand, firstly, secondly, it can be seen that… Chiaramente in questa parte é possible dare la propria opinione personale (perchè è un tema). Non è necessario metter nessun titolo.

 

ARTICLE ovvero un articolo in prima persona con espressioni tipo I think, in my opinion, personally I believe that.., in conclusion. Qui c’è bisogno del titolo!

 

– STORY ovvero storia inventata nel passato. I verbi sono al passato, qualche condizionale, parole che esprimono il tempo come it all began… meanwhile, some time later… parole dall’effetto drammatico o che esprimono una sorpresa, un cambiamento di stato  come suddenly, just at the moment that, without warning, out of the blue 🙂 I paragrafi devono essere 1 o al massimo 2. Il titolo è obbligatorio tanto che deve essere un “exciting title” 🙂

 

-REVIEW ovvero recensione su film/libro/albergo. Lo stile deve essere relaxed & friendly e si usa la prima persona e si esprime il proprio giudizio con What I liked most was., I was pleasently surprised by, what I disliked was… I paragrafi devono essere 4. Il titolo è obbligatorio

 

REPORT ovvero resoconto. Si scrive in maniera chiara di qualcosa di visto e vissuto. Necessario è il titolo e sottotitoli. I paragrafi sono 4.

Mi raccomando, io ho dato l’esame nel 2013! Controllare sempre che niente sia cambiato nel frattempo 🙂

READING

L’unico consiglio utile è leggere, leggere e leggere il più possibile ma soprattutto riviste di ogni argomento.


USE OF ENGLISH

Questa è una delle prove più’ dure in assoluto. Quello che ho fatto io è comprare la grammatica d’inglese per eccellenza “Use of English” (livello intermedio) e ristudiarmela tutta. Se l’inglese è stato fatto sia alle medie che in un buon liceo questo ripasso dovrebbe bastare. Mi sono fatta anche prestare dalla mia collega il “First 5″ che effettivamente è fondamentale (non opzionale) perché ti da un’idea precisa di come saranno gli esercizi e che è un valido aiuto anche per tutte le altre prove, non solo per questa.

La prova si divide in quattro parti:

Parte I: dato un testo ci sono 12 spazi vuoti da riempire con la parola giusta. Sono date 4 parole possibili da scegliere. Di queste due sono chiaramente sbagliate. Le altre due sono sinonimi ed è molto difficile trovare quell’esatta. Per esempio:

The landscape of the world is never ……… but changes from year to year […]

A fixed B solid C firm D steady

La risposta giusta è A. Questa era facile!

Parte II: dato un testo con degli spazi vuoti, questo deve essere riempito dal candidato senza nessun indizio. A prima vista può’ risultare difficile ma poi basta seguire il filo del discorso e tenere presente che di solito si tratta di verbi modali, soggetti mancanti, pronomi. Attenzione alla frase che precede lo spazio vuoto! Esempio:

[…] Although he spent some of his early years in Italy, it …….. in Russia that he acquired his juggling skills. […]

La risposta giusta, senza indizi, é WAS.

Parte III: dato un testo va inserita la parola mancante che è stata suggerita ma va leggermente cambiata. Esempio:

Italian pizza is arguably better …. in the world today than any other type of food.

La parola data é KNOW ma va cambiata. La parola esatta è quindi KNOWN.

Questa piccola lista deve essere imparata perché queste sono le parole più’ ricorrenti durante la preparazione dell’esame. Per esempio la parola “reliably” si trova in moltissimi esercizi!

system – systematic – systematically
origin – original – originally
color – colorful
taste – tasty /tasty / tastful/ tastless – tasty – to taste
base – basic – basically 
practise – practical – pratically – to practise
consume – consumption – to consume
poison – poisonous – to poison 
employment/ employee/employer/employ – employable – to employ
reliable – reliably – to rely 

-Parte IV: l’ultima prova è infine quella della “trasformazione delle frasi”. La frase 1 va trasformata in frase 2 con una parola data senza cambiare il significato e usando al massimo 5 parole aggiuntive. Per esempio:
You should take an umbrella with you
BETTER
You’d better  take an umbrella with you

Questa parte prevede anche una certa padronanza dei verbi fraseologici che sono sempre tantissimi, troppi, impossibile da impararli tutti…… neanche se si vivesse 40 anni in Inghilterra!!! Una mia collega mi aveva dato una lista che le era stata data al corso d’inglese in preparazione di questo esame in Canada e nonostante ciò il verbo fraseologico che ho trovato io durante l’esame in questa lista proprio non c’era! Comunque ce ne sono alcuni ricorrenti che vanno assolutamente saputi:

to provide with
to provide for
to apply for
to turn up
to turn in 
to turn out
to look up to
to pay attention to
to accuse of
to insist on
to succeed in 

Inoltre vi consiglio di ripassare le seguenti regole, che ho trovato in tutti gli esercizi di preparazione che ho fatto:

despite the fact that
if there had been
it is said to be
to get used to + gerundio
I used to + infinito
I was used to + gerundio
to refuse to say
you ought to + infinito
whose
the only not to be
she had not been invited 
laywers earn far more than..
to feel like
the play turned out very funny
to be a choise of
to have any/no intention of + gerundio
to be mistaken
there’s no point in + gerundio
as long as (al presente) + futuro
much more
to give up
hardly any food was eaten
to pay attention to
Differenza tra I needn’t have bought e I didn’t have to buy…
look/like/seem
do/make
to regret/ to wish 
to let/ought/rather

LISTENING

Questa parte è abbastanza difficile almeno che il candidato non sia abituato a vedere abitualmente film in lingua inglese. Uno potrebbe pensare di ascoltare della musica in inglese ma purtroppo non aiuta a passare questa parte dell’esame. Ci sono comunque alcuni siti con degli esercizi fatti a posta per questo esame. Vi consiglio vivamente di fare questi:
http://englishaula.com/en/cambridge-first-certificate-in-english-fce-exam-listening.php

Ecco infine qualche link utile:
“Use of English” (livello intermedio)
“First 5″
http://www.flo-joe.co.uk/fce/students/index.htm
http://grammar.ccc.commnet.edu/grammar/phrasals.htm
http://esl.about.com/od/vocabularyintermediate/ss/confusing_verb_pairs_3.htm
http://www.learn4good.com/languages/english.htm
http://www.peakbeat.it/blog/lesson-number-3-to-lie-to-lay/
http://englishaula.com/en/cambridge-first-certificate-in-english-fce-exam-listening.php
http://www.moxonenglish.com/index.php/esami/item/60-siti-per-prepararsi-allesame-fce-della-cambridge
http://www.autoenglish.org/
http://www.use-of-english.com/
http://www.englishrevealed.co.uk/index.php

htttp://www.ompersonal.com.ar/ 

Secondo il commento di Marta (vedere in basso) quest’ultimo sito è in spagnolo e propone corsi gratuiti di inglese per qualsiasi necessità. C’è la possibilità di fare un test per valutare il livello di lingua e scegliere di conseguenza il corso che si vuole fare. Ci sono diverse cose interessanti:

– lo studente gestisce autonomamente il corso, controllando i risultati degli esercizi svolti alla pagina web dedicata
– si possono seguire corsi per tutti gli esami Cambridge
– c’è un esame di prova ogni fine corso
– c’è un esame finale vero e proprio, che si può sostenere solo dopo 90 giorni dall’iscrizione
– rilasciano un CERTIFICATO UFFICIALE che è spendibile (leggere le testimonianze nel blog), sicuramente non spendibile come un certificato Cambridge, ma che può dimostrarsi utile
– hanno risorse come ad esempio un elenco di phrasal verbs
-quando si fa l’esame mancano le parti di writing e speaking

Se avete altri link da aggiungere non aspettate a mandarmeli!!! 

Qui alla fine del post, anche se non è molto elegante, vi riporto tutti i 63 commenti a questo post che originariamente, nel 2014, era stato pubblicato sul mio altro blog. Mi dispiaceva cancellarli tutti e quindi ve li metto qui sotto!

63 commenti:

  1. Complimenti!
    il tuo post è molto dettagliato.
    io dovrei affrontare questo esame a Dicembre.
    sono un pó indecisa nel farlo o non farlo

  2. Cosa hai deciso??! Io ora sto studiando per il B2 di spagnolo che in confronto a questo d’inglese, è semplicissimo!!!! 🙂 Pero’ al contrario del FCE non si trova molto su internet! In bocca al lupo se decidi di fare l’esame!

  3. Tanto laprima volta bocciano quasi tutti perche sanno che lo ritenti. Infatti non ti fanno vedere le correzioni e te lo fanno fare a matita. È un Metodo per far soldi. Buon divertimento 🙂

  4. Ciao
    Complimenti anche da parte mia
    Ho salvato tutto, sicuramente i tuoi link saranno utili nella mia preparazione.
    Oggi sono stata in 2 scuole esattamente come hai fatto tu è sono risultata x entrambe nella fascia b2 c1 e ho preso in considerazione l’idea del first
    Non credo di prepararmi completamente da sola ma nemmeno nelle scuole, con quei prezzi !!! Ci sono insegnanti privati che preparano per gli esami fornendo materiale ecc a prezzi minori. Ma leggendo la tua descrizione, la cosa mi spaventa una po’ … A differenza tua non ho fatto il linguistico ma ho sempre e solo studiato inglese sia a scuola che in vari corsi o lezioni private. Ultimo corso upper intermediate. Ma è da tempo che non sostengo un esame. Ci voglio provare, ho voglia di farlo ma anche paura di deludere me stessa.
    Mi sapresti dire qualcosa in più anche sul punteggio? Cioè sul voto. Hai detto che un buon punteggio del first potrebbe darti automaticamente rinoscimento al c1. Come funzionano le votazioni? Grazie mille

  5. Ciao
    scusa se ti rispondo cosi’ tardi..Sono contenta che ti siano utili! Secondo me con tutto il materiale che si trova in giro d’inglese, se l’ultimo corso che hai fatto è upper intermediate, dovresti riuscirci! Queste scuola propongo prezzi stratosferici ma penso che ne valga la pena solo se ti butti su una lingua poco parlata.. l’inglese si trova dappertutto.. Come ti ho detto, io ti consiglio una buona grammatica come “Use of English” da studiare per bene tutta, imparare la lista che ho fatto di verbi fraseologici e qualcuno in piu’ chiaramente, poi comprarti un libro che simuli le prove e fare tutti gli esercizi del libro. Come ho scritto nel mio post molte parole “ritornano” in continuazione in questi esercizi ma è vero, bisogna farci un po’ la mano!
    La comprensione orale è stata per me quella piu’ difficile, penso che dovresti sentire molta radio in inglese (i film non sono la stessa cosa) ma se ti prepari per tempo con una buona organizzazione, ripeto, con il livello che mi hai detto, ci dovresti riuscire!
    Nella scuola di lingue dove abito io propongono 1 ora di lezione a settimana + 5 a casa per un totale di 6 ore a settimane per 3 mesi per essere pronto per l’esame. Io ho studiato inglese ogni venerdi (perchè non lavoro) per 3 mesi e ce l’ho fatta!
    Per quanto riguarda il voto, se prendi un voto uguale o superiore a 80/100 questo corrisponde automaticamente al livello C1 “Adavanced”! (lo riportano dietro al certificato).
    Allora in bocca al lupo! Sarei curiosa di sapere come andrà! fammelo sapere se deciderai di farlo (con o senza corso!) Monia

  6. Ciao Monia
    Grazie ancora
    Una mia amica insegnante mi ha dato il fce gold del cambridge con tutti gli esercizi da fare più cd audio per listening e il libro con le risposte perciò la mia preparazione è iniziata ma non sono ancora sicura se lo farò . A volte il risultato degli esercizi è buono altre volte faccio troppo errori ma vado avanti perché so che male vada il mio inglese ne uscirà comunque migliore
    Una cosa ancora volevo chiederti che non mi è chiara
    La parte writing: scelgo io se scrivere un essay o una lettera o un articolo ecc…? O scelgono loro? E sopratutto il tema, l’argomento è a piacere o sono loro a dare la traccia e quindi l’argomento?
    Grazie mille
    Ti tengo a aggiornata

  7.  Rispondi
  8. Ciao Monia
    Grazie ancora
    Una mia amica insegnante mi ha dato il fce gold del cambridge con tutti gli esercizi da fare più cd audio per listening e il libro con le risposte perciò la mia preparazione è iniziata ma non sono ancora sicura se lo farò . A volte il risultato degli esercizi è buono altre volte faccio troppo errori ma vado avanti perché so che male vada il mio inglese ne uscirà comunque migliore
    Una cosa ancora volevo chiederti che non mi è chiara
    La parte writing: scelgo io se scrivere un essay o una lettera o un articolo ecc…? O scelgono loro? E sopratutto il tema, l’argomento è a piacere o sono loro a dare la traccia e quindi l’argomento?
    Grazie mille
    Ti tengo a aggiornata

  9. Ciao! scusa del ritardo della risposta, sono alle prese con un’altra lingua ora 🙂 Per il fatto di fare troppi errori è normale, quando mi preparavo io c’erano delle volte che facevo tutto giusto e altre tutto sbagliato, tanto che certe volte pensavo davvero che non ci sarei riuscita! Comunque è indispensabile che tu compri il libro per prepararti alle prove, quello che mi aveva passato una mia collega era “First 5” mi sa che ora ci sono versioni nuove. Dunque, per rispondere alla tua domanda, io considero intanto lo scritto la parte piu’ facile perchè sta comunque a te di scegliere cose fare. C’è una prima parte che non puoi scegliere (Part 1) ma di solito è una email. Quindi devi usare tutto quello che usi quando scrivi una email anche in italiano: linguaggio colloquiale (ciao! caro Tizio), punti esclamativi, interrogativi e finali da “amici” tipo “please write me back soon” e queste cose qui. Puoi c’è la parte 2 (Part 2) ci sono addirittura 4 scelte e tu ne decidi una (di solito sono una lettera, una storia, recesione su libro/albergo ecc. (la review) e l’ultimo un “temino” come lo chiamo io! In inglese si chiama “essay” e sembra molto piu’ serio !! Se hai altri dubbi scrivimi, volendo ti posso anche fotocopiare le parti del Writing del mio libro e spedirtele. Fammi sapere! In bocca al lupo! Monia

  10. Ciao! 🙂 ho trovato questo tuo post un po’ per caso! Mi sto preparando per il first e sono in quarta liceo linguistico! Ho letto che l’hai fatto anche tu! Io amo le lingue e sicuramente dopo il liceo vorrei continuare! Tu che università hai fatto? Avresti voglia diraccontaremi la tua carriera da studentessa e poi lavoratrice? Grazie mille per il tempo che mi dedicherai!:-)

  11. Dunque dall’alto dei miei 35 anni (sono ironica, chiaramente!) ecco qui la mia “carriera”: liceo linguistico pubblico a Firenze dove ho studiato in ordine: inglese, tedesco e spagnolo. (avrei voluto fare il russo come terza lingua ma eravamo troppi pochi e escludendo il francese che non mi era mai piaciuto…. avevo scelto spagnolo). Nel frattempo mi sono imparata da sola nei tempi morti del liceo il croato (la mia famiglia partecipava ad un programma di aiuto in Croazia al tempo della guerra nella ex-Jogoslavia e la lingua mi aveva incuriosito). Ho fatto poi una normalissima università di lingue e letterature straniere sempre a Firenze scegliendo tedesco (3 + 2) e croato solo alla triennale. Poi appena laureata sono arrivata qua a Ginevra, come dici tu amando le lingue e avendo anche molta dimestichezza ad impararle, ho fatto un corso di 4 settimane molto intensivo (corso la mattina e io studiavo 4 ore a casa il pomeriggio, praticamente l’avevo preso come il mio lavoro!) e infatti il mese dopo ho trovato lavoro in una specie di compagnia assicurativa dove lavoro tutt’ora. Certo, parlo e scrivo 4 lingue al giorno [[ con un livello richiesto di B2 per l’italiano (ma io sono madrelingua) e inglese e C1 per tedesco (ma io ho il B2) e francese]] ma un giorno mi piacerebbe cambiare. Intanto ho un buon lavoro e sono contenta! Se hai altre domande sono qua (non sono tanto veloce a rispondere ma appena posso lo faccio volentierissimo!!!) – Monia

  12. Io ti consiglio vivamente di continuare a studiare le lingue se ti piacciono cosi’ tanto. A me personalemente sarebbe piaciuta un’università con meno letteratura e piu’ lingua. Comunque l’università ti da delle buone basi ma per imparare una lingua è indispensabile vivere all’estero, quindi se rimani in Italia ti consiglio vivamente qualche programma Erasmus o qualcosa di simile. Un nuovo paese, nuove persone, altra lingua, altra mentalità, anche con tutte le difficoltà che potrai trovare, sono esperienze UNICHE!

  13. Grazie ancora
    Si è proprio l’essay che mi spaventa di più
    Se davvero potresti spedirmi le parti del tuo libro te ne sarei veramente grata
    Fammi sapere tu in che modo

  14. Puoi mandarmi il tuo indirizzo qui oppure scrivermi a moniaverardi AT gmail.com, a presto!!

  15. Cercando qualcosa sul web riguardo al first mi sono imbattuto in questo fantastico blog. Oltre il fatto che ti ammiro come persona (ho letto la tua ‘autobiografia’) volevo chiederti se nelle regole da ripassare “get use to+gerundio” fosse esatto o fosse un errore di digitazione nell’intenzione di scrivere “get used to+ gerundio”. In ogni caso, ti ringrazio del articolo, mi è stato di grande utilità.

  16. Accidenti, mi fai arrossire!!! Sarà la mia resistenza alla società svizzera ad averti conquistato??!!! Comunque si, era chiaramente un errore di digitazione, ora lo correggo subito, grazie!!! In bocca al lupo per l’esame!!

  17. Ciao! Vado in quarta superiore e la prima settimana di giugno dovrò sostenere l’esame, però sono preoccupato per i phrasal verbs in quanto faccio molta fatica ad impararli. Sai per caso qualche trucchetto per impararseli (a memoria è impossibile) senza fare confusione?
    Grazie mille!

  18. Ciao! Come ho scritto nel post, dalla mia esperienza, non è umanamente possibile impararli tutti! Io per esempio all’esame ne ho avuto uno che non conoscevo, poi ho chiesto dopo ad un mio collega inglese e mi ha detto che non l’aveva mai sentito neanche lui! Un’altra mia collega che ha fatto corso + esame in Canada mi aveva passato la lista che le avevano dato al corso… ma di tutta lista all’esame ne ho trovato solo 1!
    L’unica cosa che posso dirti è di imparare bene la lista che ho fatto:

    to provide with
    to provide for
    to apply for
    to turn up
    to turn in
    to turn out
    to look up to
    to pay attention to
    to accuse of
    to insist on
    to succeed in

    perchè sono i piu’ ricorrenti! Per il resto c’è poco da fare!!! Se hai tempo potresti fare una frase inventata per ogni verbo nuovo imparato… tanto per fartelo rimanere piu’ in testa (magari con frasi che per te vogliono dire qualcosa, non “il gatto è sul tavolo” per intendersi…) ma non credo che in quarta superiore tu abbia molto tempo… Quindi in bocca al lupo! Sicuramente i verbi fraseologici è una delle parti piu’ difficili dell’esame!! Ma coraggio! non ti arrendere o demoralizzare, io per esempio anche se ne ho sbagliato uno (come ti ho detto mai sentito neanche da un madrelingua) l’esame l’ho passato lo stesso!!! Monia

  19. Ciao! Alcuni giorni fa ho sostenuto l’esame e penso sia andata abbastanza bene.. Ad eccezione del listening! Mentre a casa quando facevo i test capivo tutto e davo le risposte corrette, durante l’esame, sarà forse per l’agitazione e perché l’audio rimbombava un po’ nell’aula, non sono riuscito a capire molte cose e ho dovuto tirare a caso alcune risposte. Saprò il risultato solo a metà luglio ma spero di essere comunque passato!! 😦

  20. Incrocio le dita per te!! Anche per me la parte di listening è andata malino ma nel complesso con tutte le prove ho preso piu’ del 70% !!! Quindi coraggio, ce l’avrai fatta!!! Pensi che sia stata utile il post che ho fatto? Aggiungeresti qualcosa? Grazie, Monia

  21. Grazie mille.. E speriamo, ormai la prossima settimana avrò il risultato!! Comunque penso che il tuo post sia molto utile, solamente che non è aggiornato alla nuova versione del FCE (dal 2015), ad esempio il writing è cambiato, in quanto la prima parte è sempre un essay, mentre nella seconda puoi decidere tra lettera informale/formale (letter of application), articolo o review. 😉

  22. Ciao Monia!! Sono riuscito a passare.. Con B!! Volevo ringraziarti per il tuo aiuto, perché sicuramente mi hai aiutato nella preparazione dell’esame grazie ai consigli in questo post 🙂

  23. Non sai il piacere che mi fa il tuo commento! Vedo che il mio post sull’inglese è quello piu’ letto in assoluto e mi stavo proprio dicendo oggi che se tutti quello che sanno qualcosa di qualsiasi argomento mettessero le loro conoscenze online non ci sarebbe piu’ bisogno, nel caso delle lingue, di pagare 1’200 euro per un corso ad una scuola di lingua! Complimenti!!!!! Monia

  24. Ciao Monia! Sono una ragazza di quasi sedici anni e ho da poco saputo che ho passato il mio esame first con 178/190, quindi con poco meno del licvello c1. Avevo intenzione di preparare lo ielts, anche perché mi piacerebbe studiare all’estero, ma poi ho scoperto che vale solo due anni e, avendo ancora davanti tre anni di liceo classico, sarebbe già scaduto al momento di una domanda a qualche università (?). Inoltre mi piacerebbe imparare un’altra lingua (tipo russo o cinese), ma non voglio né mettere troppa carne al fuoco né ‘abbandonare’ l’inglese, considerando che sto studiando anche per il delf b2. Allora la.mia domanda è: mi consigli di preparare ugualmente lo ielts senza dare l’esame, preparare il c1 del cambridge (anche se me lo hanno sconsigliato perchè sono troppo piccola(?)) oppure buttarmi e iniziare con qualcosa di nuovo?? Non so se sono stata chiara, ma ho proprio bisogno di aiuto e chiarimenti. Scusa per il disturbo.
    Ps. Bel blog comunque!! Ciao

  25. Io adoro le lingue e se fossi in te imparerei intanto una terza lingua! Per ora studi inglese e francese se ho capito bene? Io alla tua età, a 17 anni, iniziai ad imparare da me il croato… 🙂 Io mi butterei su una lingua strana, non certo tedesco o spagnolo perchè con le capacità eccellenti che hai sicuramente impareresti entrambe comunque in poco tempo, ma una lingua che ti renda “particolare” e piu’ ricercata sul mercato del lavoro… cosi’ che sarai solo te e pochi altri a saperla! Comunque io non sono nè una psicologa nè una che orienta nel lavoro 😉 è solo il mio misero e umile consiglio 😉 auguri e in bocca al lupo!!!! Monia

  26. Se riuscissi sarebbe una bella cosa fare il C1 di inglese in quinta superiore, o magari a inizio della quinta cosi’ che appena avrai fatto la maturità ti ritrovi comunque questo bel diploma.. perchè tutti dicono di sapere l’inglese ma pochissimi hanno il diploma di C1 😉

  27. Ciao Monia,
    ho trovato molto utili i tuoi consigli per sostenere l’esame FCE e i link che hai segnalato in fondo all’articolo.
    Io ho da poco sostenuto l’esame PET e ho appena saputo di averlo superato con 94/100. Dovrei quindi ricevere a breve una certificazione PET con l’indicazione del livello B2, se non ho capito male.
    Sono quindi un po’ confuso sull’utilità di fare l’esame FCE. Dato che l’FCE corrisponde al B2 avrei comunque qualche utilità nel farlo secondo te, o sarebbe praticamente come conseguire per la seconda volta il B2? (Io ho iniziato a studiare inglese da un paio di mesi, dopo la laurea magistrale in economia, sapendo che per accedere ad alcuni dottorati è necessario un livello b2 di inglese… quindi ora non so se si tratta di “missione compiuta” o se fare il First è comunque nettamente meglio che avere un PET/B2)
    Se hai qualsiasi consiglio al riguardo sarei molto felice di sentirlo, e in bocca al lupo per i tuoi studi/carriera 🙂

  28. Ciao,
    dunque, io non sono molto pratica del PET, ho guardato ora su internet e dice che è un livello intermedio ma non trovo nessuna indicazione sui livelli europei (dall’A1 al C2). Forse è meglio se ti rivolgi ad una scuola di lingua che ti potrà meglio consigliare. Se come dici hai preso 94/100 e otterrai automaticamente il livello B2 penso sia inutile fare il FCE. Ma devi essere sicuro, per questo è bene rivolgerti alla scuola di lingue. Mi dispiace non poterti aiutare di piu’! Il C1 so che è piu’ impegnativo, non so se ce la faresti e quanto tempo ci vorrebbe per prepararlo ( io avevo anche pensato di farlo perchè in Italia l’inglese è la lingua piu’ richiesta anche se parlo anche francese, tedesco e spagnolo…. ma ora sto organizzando il mio matrimonio quindi non ho tempo!!!!!) Comunque complimenti per aver passato un esame di inglese come il PET in pochi mesi! A presto, riscrivimi quando vuoi, Monia (come ti chiami?)

  29. Ciao Monia,
    mi chiamo Marco, perdonami per il ritardo nella risposta… e per non essermi presentato 🙂
    Hai ragione, contatterò la scuola che ha ospitato l’esame PET e chiederò informazioni specifiche. Nel frattempo continuo a studiare, e dopo l’estate deciderò se/quale esame tentare.
    In bocca al lupo per i preparativi pre-matrimonio!

  30. Caio Monia,
    sono Marta una “vecchia ragazza” di 52 anni.
    Il tuo post è davvero utile, completo e pratico; GRAZIE!
    Io sono alle prese con il CPE proficiency (C2) da un po’ di tempo e, avendo trovato un master in arte forense in Scozia al quale vorrei iscrivermi il prossimo anno, ho preso la decisione di fare l’FCE (che per il master è sufficiente) con la speranza di raggiungere un punteggio alto e prendere il C1, per ora.
    Concordando con il fatto che le informazioni vanno messe a disposizione, voglio lasciare il link ad un sito:
    http://www.ompersonal.com.ar/
    il sito è spagnolo (per chi non sa la lingua suggerisco una traduzione della pagina) e propone corsi GRATUITI di inglese per qualsiasi necessità. C’è la possibilità di fare un test per valutare il livello di lingua e scegliere di conseguenza il corso che si vuole fare.
    Ci sono diverse cose interessanti:
    – lo sudente gestisce autonomamente il corso, controllando i risultati degli esercizi svolti alla pagina web dedicata
    – si possono seguire corsi per tutti gli esami Cambridge
    – c’è un esame di prova ogni fine corso
    – c’è un esame finale vero e proprio, che si può sostenere solo dopo 90 giorni dall’iscrizione
    – rilasciano un CERTIFICATO UFFICIALE che è spendibile (leggere le testimonianze nel blog), sicuramente non spendibile come un certificato Cambridge, ma che può dimostrarsi utile
    – gli esercizi sono adeguati al livello scelto (posso dirlo solo per il CPE)
    – hanno risorse come ad esempio un elenco di phrasal verbs
    Spero che possa essere utile a qualcuno.
    Grazie ancora Monia.
    In bocca al lupo a tutti!

  31. Grazie Marta e in bocca al lupo per tutto! Io iniziero’ presto la preparazione del B2 di tedesco!! E tra 6 mesi faro’ un altro post 🙂

  32. Grazie Marta, parte del tuo commento l’ho aggiunto direttamente in fondo al post!

  33. Grazie a te Monia e in bocca al lupo per il B2 di tedesco!

    Aggiungo una specifica per il sito spagnolo http://www.ompersonal.com.ar/

    quando si fa l’esame online mancano le parti writing e speaking perché, naturalmente, i gestori del sito non possono offrire gratuitamente un servizio di correzione testi e neanche personale per un colloquio “live”. Comunque la preparazione e il livello del corso sono adeguati e professionali.

    Voglio lasciare due links che ho trovato negli ultimi giorni:

    http://www.use-of-english.com/

    che offre esercizi per la parte “use of English” per FCE e CAE

    http://www.englishrevealed.co.uk/index.php

    qui trovate GRATUITAMENTE esercizi specifici e informazioni circa la grammatica specifica per PET, FCE (sembra il più completo per le diverse parti dell’esame), CAE e CPE e la possibilità di fare altri esercizi oltre a quelli gratuiti, ma dovete iscrivervi a un costo di 5,99€ ogni tre mesi.

    Monia vorresti dirmi se posso usare il tuo blog per proporre un’iniziativa, sempre riguardo all’FCE?

    In bocca al lupo a tutti!

  34. Ciao Marta! grazie mille, ho aggiunto anche gli ultimi due link. Per usare il mio blog si penso proprio di si, vuoi forse scrivermi al mio indirizzo moniaverardi AT gmail.com ? Grazie mille! Monia

  35. intanto ottimo articolo; complimenti!! mi appresterò anche io quest’anno a dare il FCE, volevo però un’infomrazione; ho visto che ci sono più tomi per studiare quest’esame tutti riconosciuti da Cambridge University: first 1, 2, 3, 4,5. qualcuno mi spiega le differenze?? grazie mille Nicola

  36. Ciao Nicola! allora come immaginavo i numeri 1, 2 e 3… sono solo le edizioni.. io per esempio ho studiato con la quinta! ogni edizione ha delle prove diverse quindi piu’ ne hai piu’ ti puoi preparare meglio!

  37. Ciao Monia,
    sono uno studente di 15 anni e l’anno scorso ho dato l’esame del pet e l’ho passato con 80, quest’anno vorrei tentare il first, tu dici che potrei riuscirci? grazie per l’articolo, mi è stato molto utile soprattutto per farmi un’idea di come sarà il first.

  38. Ma si dai, perchè no se hai passato il PET con 80?! In bocca al lupo! Monia

  39. Mi sono imbattuta x caso in questa chat e mi piacerebbe ricevere dei consigli..ho finito da poco una scuola di inglese e sono al livello b1 e adesso vorrei fare il first.. Secondo te è possibile?? Mi sto preparando con l aiuto di una mia amica..xo tra l altro lavoro a tempo pieno…inoltre mi potresti dire come ti sei organizzata te x sostenere il first, cioè quanto tempo inpiegavi bello studio?? Grazie mille..

  40. Cara Michela,
    io penso che se hai appena passato il B1 sei già “allenata” quindi si, dai, ce la puoi fare! Io studiavo soprattutto il venerdi perchè non lavoro e facevo quasi tutta la giornata…comunque il tempo di studio è veramente molto variabile, dipende da persona a persona. Pero’ il fatto di prepararlo con un’amica è perfetto almeno potete aiutarvi a vicenda, vi annoiate meno e da la carica!!!! Cerca di procurarti i libri giusti per studiare perchè secondo me è fondamentale avere le prove degli esami. Se vuoi mi puoi anche scrivere a moniaverardi AT gmail.com Buona fortuna! Monia

  41. Grazie mille Monia!! Adesso mi sto esercitando su un libro del first dove ci sono prove d esame, si chiama first cerificate test plus 1 …allora se ho dei dubbi ti scriverò sicuramente sulla e-mail..sei stata gentilissima..grazie

  42. si… scrivimi!!! 😉

  43. Ciao Monia! Grazie per i consigli che seguirò sicuramente.. 🙂 volevo chiederti una sola cosa: per quanto riguarda i libri hai usato solo la grammatica e il First 5? il resto delle esercitazioni le hai fatte tutte online? sono un pò tesa per questo esame dato che lo darò da privatista.. Ti ringrazio in anticipo!

  44. Ciao Ilaria,

    si lo capisco, non é facile prepararlo da privatista ma neanche impossibile! Io ho studiato su “Use of English” (livello intermedio) e First 5 (comunque per il ripassone di grammatica forse basta una buona grammatica se ce l’hai del liceo). Guarda pure tutta la “bibliografia” che ho scritto alla fine del post, ci sono anche tantissime cose utilissime su internet! comunque scrivimi senza problemi!! Monia

  45. Ciao Monia, mi chiamo Riccardo, ti ho scritto una mail in merito al First Certificate. Grazie per una eventuale risposta

  46. Ciao Riccardo e buon anno, prima di tutto! Mi dispiace ho cercato la tua email ma non la trovo piu’.. me la puoi rimandare a moniaverardi AT gmail.com? Grazie e scusa! Monia

  47. Scusa se te la mando per email, ma lo faccio per velocizzare il controllo di quando mi rispondi. ma AT sta @ no?

  48. Ciao! Oggi ho affrontato l’esame di inglese livello B2, seguendo parte dei tuoi consigli. Il problema riguarda la prova di writing: nel momento in cui ho dovuto scrivere l’essay, ho confuso tale scritto con il saggio breve italiano, aggiungendovi anche il titolo. Ritieni sia un errore grave? Grazie in anticipo. Saluti.

  49. Ciao! no, dai, un errore grave non mi sembra. Anch’io per un’altra prova scritta (non mi ricordo pero’ di che lingua, perchè ho dato 3 esami di tre lingue diverse 🙂 avevo messo 2 invece di 3 paragrafi ma l’esame l’ho passato lo stesso! Se hai qualche consiglio da darmi per il mio post (ti é stato utile per cosa? meno utile per altro?), é il benvenuto!!

  50. Grazie della risposta! Io non sono sicuro di passare l’esame e sto aspettando i risultati. Comunque, ho trovato molto utili i consigli relativi al writing, perché sintetizzano perfettamente i punti fondamentali da seguire per lo scritto perfetto! Per le reading e le listening non c’è molto da aggiungere: le uniche cose che possono aiutare sono rispettivamente la lettura e l’ascolto. Io personalmente cerco di leggere articoli di attualità su internet. Ho trovato molto utile anche i consigli per lo use of english: è proprio vero che le regole e i vocaboli indicati compaiono molto spesso. Io consiglio anche di fare degli esercizi da libri di grammatica in preparazione all’esame, oltre che consultare anche quei libri che propongono vere e proprie simulazioni!
    In sintesi, non posso fare altro che complimentarmi per i consigli: davvero ben strutturati e utili.

  51. Comunque, io ho affrontato l’esame perché queste certificazioni sono largamente valutate e considerate; però, ritengo che siano ingannatorie, in quanto il diploma di scuola superiore (che conseguirò a giugno, a meno che non ci siamo gravi imprevisti) dovrebbe già garantire, grazie al lavoro dei professori, un determinato livello di inglese o di qualsiasi altra lingua studiata. Trovo che sia una commercializzazione delle lingue e anche un po’ un “insulto” nei confronti del lavoro svolto dai professori nel corso dei cinque anni; senza contare i soldi da pagare per affrontare l’esame. Comunque, avere la certificazione è comunque una soddisfazione e il mio intento non è quello di aprire un dibattito: volevo solo esprimere quella che è parte della mia opinione. Grazie ancora!

  52. Sono perfettamente d’accordo con te! E’ pur vero che soprattutto quando nel mio caso sei all’estero non tutti possono sapere a cosa equivalga un liceo linguistico in Italia (che sicuramente tu da molte piu’ basi e cultura che un semplice esame di lingua) quindi é piu’ comodo sapere che hai fatto un “B2” d’inglese! Hai fatto bene ad esprimere la tua opinione, in realtà questo post l’ho scritto a suo tempo proprio per questo: a me hanno chiesto una cifra di 1200 al mese per preparami a questo esame! Siamo pazzi? L’inglese é la lingua piu’ usata al mondo, si trova di tutto… libri, film, quotidiani… con un po’ di “dritte” e voglia di studiare tutti possono passarlo!! Sopratutto chi ha fatto inglese a scuola 🙂 Bene, sono contenta comunque che il post sia stato cosi’ utile!

  53. Ciao Monia, ho 16 anni e oggi ho affrontato lo speaking dell’esame Pet, mentre domani affronterò le parti restanti. Volevo farti una domanda: dato che, presa dall’ansia, sono stata un po’ imprecisa nello speaking (parlo soprattutto della grammatica), quanto inciderà sul voto finale? E, in genere, mettono facilmente voti bassi?
    Ps. Ho trovato molto utile il tuo sito!
    Giorgia

  54. Ciao Giorgia, guarda io il PET non l’ho mai fatto, non lo so davvero… comunque se hai fatto bene le altri parti non dovrebbe essere cosi’ grave! Sono contenta che il mio post sul FCE ti sia stato utile!

  55. Ciao, complimenti per l’articolo.. Io ho fatto lo scientifico e adesso sto studiando mediazione linguistica come facoltà. Come lingue ho preso francese e tedesco (che hanno ripreso da 0!!) e l’inglese che ahimè, dato che il ministero prevede che in tutte le scuole superiori l’alunno deve uscire con un livello b1 (cosa non vera!!!!), praticamente l’inglese grammatica non è stato ripreso per niente. Io adesso mi trovo in serie difficoltà in quanto, non avendo purtroppo le basi di inglese (si può dire che tra medie e superiori non mi hanno fatto fare inglese), sono un po restia al se continuare o meno a studiare inglese.. Anche se volessi togliermi l’inglese tutti mi scoraggiano perchè dicono che è importantissimo.. La mia idea era di togliere l’inglese, aggiungere il cinese e magari prendere una certificazione di inglese da esterno.. Volevo sapere da te, dato che ho letto che lavori con francese e tedesco, che lavoro fai? e se hai avuto difficoltà non avendo all’inizio una certificazione o laurea di inglese a trovare lavoro… Spero risponderai un bacio 🙂

  56. Ciao! come ti chiami? Grazie del messaggio. Allora, per rispondere alla tue domande parto dalla fine. Io si, lavoro quasi esclusivamente in francese e tedesco per la Europ Assistance Svizzera di Nyon (c’è anche a Milano, in Italia). Per questo è indispensabile conoscere bene francese e tedesco. Poi un po’ d’italiano (per l’unico cantone italiano che é il Ticino) e poi si, delle basi di inglese, tanto per sapere spicciare parola se ti chiama un cliente anglofono. Per quanto riguarda il liceo e l’università mi sembrano che siano abbastanza simili ai miei. Io ti sconsiglio di fare all’università inglese, come esperienza personale perché anch’io l’ho fatto il primo anno ma mi servi’ solo a dimenticarmi tutto quello che avevo imparato al liceo (il poco, tra l’altro). Se hai le possibilità, secondo me é meglio andare all’estero per almeno 6 mesi, impararlo li’ e portarti a casa una certificazione. Io continuerei le lingue meno battute e piu’ difficili, come il tedesco e il cinese (anche se a prima vista non sembrano una bella accoppiata 🙂 anche il francese lo puoi imparare facilmente sul posto in pochi mesi senza bisogno di studiare tanta grammatica all’università (io per esempio il francese non l’avevo mai studiato in vita mia e l’ho imparato in pochi mesi quando sono arrivata qui). Comunque se vuoi scrivermi meglio per email ti lascio il mio indirizzo moniaverardi AT gmail.com In bocca al lupo! (bello il tuo commento, mi farebbe voglia di riniziare tutto daccapo e studiare lingue lontanissime come il cinese o il giapponese!!!!) Monia

  57. p.s. chiaramente ti do questi consigli senza sapere le tue passioni…. Se hai una passione grande, che sia inglese, cinese, tedesco o altro portala avanti comunque… guarda me che mi sono laureata in croato 🙂 !!!!!!!!!!!!!

  58. Ciao, vorrei prepararmi al FCE per novembre facendolo in facoltà. Ho visto che hai consigliato il First 5 ma le cose sono un po’ cambiate dal 2015 e ho trovato che l’ultimo libro pubblicato è il First 1 del 2015, mentre del 2016 non c’è nulla. Dato che mi sembra strano che First 5 sia precedente al First 1, puoi confermarmelo?

  59. Ciao Roberta, guarda non sono sicura, io ho usato il First 5 appunto nel 2013 quando ho dato l’esame ho visto che era l’edizione del 2012. Effettivamente il First1 sembra uscito nel 2014
    https://www.amazon.co.uk/Cambridge-English-Revised-Students-Answers/dp/1107695910/ref=pd_sim_14_5/278-9677034-5805206?ie=UTF8&dpID=41q3UX49UJL&dpSrc=sims&preST=_AC_UL160_SR123%2C160_&psc=1&refRID=9RDSYWJPH0CQ7XYQ396Y
    Vedo pero’ che c’è anche un Firsr2 uscito nel 2016
    https://www.amazon.co.uk/Cambridge-English-First-Students-answers/dp/1316503577/ref=sr_1_12?s=books&ie=UTF8&qid=1467481402&sr=1-12&keywords=First2+FCE
    forse hanno ristampato le edizioni e sono ripartiti dal First1 del 2015, First2 2016? Penso sia possibile. Comunque basta avere un libro, le prove non credo siano cambiate tranne nella parte del Writing che ho citato all’inizio. In bocca al lupo! Monia

  60. Grazie per tutte le info, utilissime, ho passato l’esame con B!

  61. Grazie, sono contenta! Se hai consigli, suggerimenti, appunti da fare al post per migliorarlo o aggiornarlo non ti fare problemi a scrivermi!

  62. Ciao Monia, sono uno studente di 16 anni e ho superato il first l’anno scorso. quest’anno vorrei provare a fare il C1. dici che potrei riuscirci? e soprattutto quali libri potrei comprare per allenarmi con le simulazioni d’esame e per revisionare la grammatica?
    Grazie mille, in anticipo.

  63. Ciao,
    scusami tanto se non ti ho mai risposto ma ormai il post è stato sposato nel nuovo blog https://poliglottapercaso.wordpress.com/ e non avevo mai letto il tuo commento. Forse a questo punto hai già preso una decisione…Beh io provo comunque a risponderti.. se hai fatto B2 si, dai, certo che puoi fare il C1! Come per il B2 hai bisogno di: un libro di grammatica per ripassarla tutta livello C1, un libro di simulazione d’esercizi e sentire tanta radio provando a riscrivere velocemente con abbreviazioni cosa capisci! E leggere tanto, passioni tue, ma leggerle solo in inglese! Scusa ancora per la risposta tardiva!

Annunci

10 risposte a “Consigli su come passare il FCE (inglese B2)

  1. Ciao! Il tuo articolo è davvero fenomenale, molto accurato e utile. Vorrei avere una tua opinione in merito alle mie possibilità di conseguimento di un certificato di lingua inglese. Premessa importante: io non ho mai studiato inglese, l’ho imparato da autodidatta e purtroppo non ho basi “scolastiche” (in pratica la grammatica); nonostante ciò sono stato spesso all’estero, ho avuto anche contatti e relazioni con gente del posto etc. L’esigenza di una certificazione linguistica mi è venuta dal momento che ho un minimo di padronanza della lingua e vorrei comprovarla per future necessità (anche professionali). Ho affrontato un Cambridge C2 ma, come era lecito aspettarsi non l’ho superato, totalizzando solo 163 punti. Considerata la scala di valutazione Cambridge Institute, avrei qualche chance nel cimentarmi in un livello B2 o meglio ripiegare su un B1 per stare tranquilli?
    Grazie!

    Mi piace

    • Ciao Erry! Prima di tutto grazie per avermi lasciato un commento, è il primo in questo mio nuovo blog! Guarda prima di tutto per rispondere alla tua domanda di lascio lo stesso post nel blog originale dove ho lasciato tutti i commenti http://ilpiaceredelmangiarbene.blogspot.fr/2014/04/consigli-per-passare-il-fce-first.html, magari qualche commento può aiutarti. Poi per rispondere alla tua domanda, penso che SI, se hai addirittura provato un C2 di inglese, ce la puoi fare sul B2. Ma attenzione, come hai detto anche te, non basta sapere l’inglese o averlo imparato all’estero: magari lo sai anche molto bene e meglio di uno studente che ha passato il C1 🙂 ma il fatto è che devi assolutamente prepararti sui modelli di esame che troverai nei libri di preparazione, perché sono molto particolari e visto che già dovrai essere molto veloce durante l’esame (non c’è tempo di pensare…!) allora devi sapere bene cosa come ti chiedono di rispondere alle domande. Ho indicato i libri nel post, cerca di comprarli o di trovarli usati, altrimenti l’esame non lo passi 🙂 Per il resto SI, dai ce la puoi fare. Poi io tifo sempre per quelli che la lingua l’hanno imparata più sul “campo” che sui libri… ma qui il libro + un bel ripasso di grammatica va fatto 🙂 Riscrivimi quando vuoi e fammi sapere come andrà! In bocca al lupo, Monia

      Mi piace

    • Ultima cosa! Forse sarebbe anche interessante fare un test di lingua in una scuola di lingue, ci sono le scuole che te lo fanno fare gratis. Tanto per vedere per bene il livello approssimativo, quello potrebbe aiutarti molto. Tanto i test su internet non servono a niente, sono sempre molto approssimativi. Io l’ho fatto per l’inglese, mi avevano proposto un C1 ma sarebbe costato un occhio della testa, allora ho fatto da sola il B2. Ancora in bocca al lupo! Monia

      Mi piace

      • Grazie mille Monia e crepi! Ora vedrò il da farsi, ti terrò comunque aggiornata considerando naturalmente tutti i tuoi utili consigli! A presto!

        Mi piace

  2. Ciao Monia, sono una studente di 16 anni e ho superato il first l’anno scorso. quest’anno vorrei provare a fare il C1. dici che potrei riuscirci? e soprattutto quali libri potrei comprare per allenarmi con le simulazioni d’esame e per revisionare la grammatica?
    Grazie mille, in anticipo.

    Mi piace

    • Ciao, come ti chiami? Guarda io il C1 di inglese non l’ho fatto quindi non posso aiutarti molto. Pero’ in linea generale avendo fatto il C1 di francese e di tedesco penso che la metodologia sia piu’ o meno la stessa. Poi dipende anche che voto hai preso al FCE, perché se lo hai passato ma con un voto non buonissimo magari è difficile compensare e arrivare al C1. Se invece hai preso un voto tra il buono e l’ottimo, allora si dai, ce la puoi fare. Guarda ho trovato un link di un nostro gentile amico che come me ha messo online i suoi consigli per il C1 d’inglese http://trucchilondra.com/preparare-advanced-certificate-cae/
      Io consiglio sempre 1) un libro di simulazione degli esercizi (tipo Objective Advanced) 2) un buon libro di grammatica C1 di inglese – se non riportasse tutta la grammatica dalla A alla Z serve anche una B2 3) leggere tanto e sentire tanta radio cercando di trascrivere quello che senti anche con abbreviazioni. Ecco, questo è quello che mi viene in mente! Scrivimi pure se vuoi e facci sapere come è andata. In bocca al lupo! Monia

      Mi piace

      • Mi chiamo Filomena, ho passato il first con 172. Grazie mille per i consigli che mi hai dato. Ti farò sicuramente sapere come andrà.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...