La guerra – Krieg (1995) – Gerhard Gundermann

 gundermann-1993

 

Un’altra canzone di Gundi. Le interpretazioni all’inizio sembravano tante (a me). Poi ho trovato il seguente video su youtube e tutto mi è sembrato in un lampo chiarissimo (grazie youtube!) La Germania divisa, il muro, due culture e mondi diversi non solo per il divario ricchezza/povertà ma anche per una mentalità completamente differente.

Nell’estate del 2009 Ute Donner ha dipinto una bandiera della pace sul Muro di Berlino con le parole della canzone di Gundi. Visto che Gundi viveva al confine tra Germania e Polonia vicino a Cottbus, uno (cioè io) potrebbe comunque pensare “E che c’entra comunque il mare?” Spazio all’immaginazione.

Da: Frühstück für immer (1995)

Il testo in tedesco lo trovate QUI.

Ecco la mia traduzione.
Ho avuto problemi di impaginazione, cercherò di correggerli prima possibile.
Comunque la traduzione c’è ed è l’essenziale.
Noi stavamo uno di fronte all’altro

Il fronte era il mare
Io ti lanciavo bombe nella tua parte
e tu qualcuna nella mia

Dalla tua barca
di notte mi mostravi donne nude
E io ti ti rispondevo con canzoni popolari

Si fratello cosi’ era la guerra
Ma chi ci aveva messo nella stessa culla ?
Si l’abbiamo fatto e ci siamo uccisi a vicenda

Io ero pieno di rabbia
E non sapevo neanche perché
Poi ero stufo
sempre il solito pesciolino salato
Vedevo attraverso il mio bicchiere
i pomodori là nel tuo piatto
che sapevano di plastica*

E le tue donne erano frigide
E per questo ho spento il fuoco sulla spiaggia
E con esso la mia canzone

Ma fuori fratello c’era la guerra
Chi ci aveva messo nella stessa culla
E fuori e libero c’era il mare

Tu mi tendevi la mano
e io il mio fucile

Adesso è giunto il momento, ora siamo in due
abbiamo fatto fin troppo pulito
io finalmente ho un lavoro
e tu qualcuno che lavora per te

Quando la nave sbanda tu mostri il dito medio
Io invece mi spezzo in due
Tu devi metterti al timone, io devo salire sulle vele
Io so ancora il perché

E’ per questo fratello che avremo la guerra
perché ce la siamo cercata**
mentre canto e non uccido

Se solo sapessi il perché…

 

* “nach Pappe” vuol dire “di cartone” ma ho preferito tradurre “sapevano di plastica”
** qui c’è stato l’aiutino da casa. Primo perchè Gundi continua a usare una lingua molto colloquiale secondo perché “darum bruder darum wird krieg den ham wir uns jetzt vor die füsse gelegt” letteralmente vuol dire “Per questo fratello, per questo avremo la guerra (Krieg) che ci siamo messa ( den ham/haben gelegt) davanti ai piedi (vor den Füsse). Quindi ho seguito il consiglio dell’aiutino da casa e ho tradotto con “ce la siamo cercata”.

Un’altra particolarità di Gundi, se non l’avete già notato, è che lui se ne sbatte completamente della regola tedesca di mettere la maiuscola a tutti i sostantivi. Si vede che era un sovversivo nato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...