Scusami Katrin – Oprosti mi Katrin – Rani Mraz (D. Balasevic) – 1979

rani-mraz

Dal singolo dei Rani Mraz: Oprosti mi Katrin, 1979

Una canzoncina leggera leggera che ogni tanto ci vuole! E poi per una volta la traduzione è stata molto semplice anche se per qualche parola mi sono aiutata da una traduzione in inglese trovata su internet.

Ah… il sole del sud.. che sia la Croazia, l’Italia, la Spagna o la Grecia… mi manca cosi’ tanto in queste terre elvetiche!

Questa canzone usci’ come singolo “Oprosti mi Katrin” nel 1978 quando ancora Balašević faceva parte del gruppo Rani Mraz insieme a Verica Todorović.

SCUSAMI KATRIN

Treno espresso per Parigi Pola, Trieste, Milano
Torino, Grenoble, Parigi
in partenza dal quattordicesimo binario
seconda banchina a sinistra

Ripeto:
treno espresso per Parigi
Pola, Trieste, Milani
Torino, Grenoble, Parigi
in partenza dal quattordicesimo binario
seconda banchina a sinistra

Alla fermata dell’autobus a Pola
sotto un sole cocente estivo
aspettavo l’autobus
e suonavo la chitarra

in quel momento una ragazza mi si avvicino’
mi chiese de disturbava
e se conoscevo un buon albergo a Rovigno o a Orsera

scusami Katrin
non sono stato proprio gentile
anche se mi stavi simpatica
scusami Katrin
tutto questo ora è solo fumo
del nostro amore neanche una traccia

e dice che é arrivata
quella mattina da Digione
la portai in un buon ristorantino

tra un panino e un caffè
come per gioco
le proposi di proseguire
con me in autostop

e il giorno dopo
era come se ci fossimo conosciuti da tanto
in spiaggia le presi una chiocciola di mare

e non mi ha detto niente
ha solo sorriso
e mi ha offerto le sue mani
come se mi offrisse se stessa

e mi ha salutato a lungo con la mano
dal finestrino del vagone
e poi mi ha scritto
per ricordare il sole del sud

e mi chiamo’ in autunno
per andare a Digione
ma là non sarebbe più stata la stessa
ma un’altra persona

Versione originale:

OPROSTI MI KATRIN

Ekspresni vlak za Pariz: Pula, Trst, Milano, Torino, Grenobl, Pariz, polazi sa četrnaestog koloseka, drugi peron lijevo…
Ponavljam: Ekspresni vlak za Pariz: Pula, Trst, Milano, Torino, Grenobl, pa napokon Pariz, polazi sa četrnaestog koloseka…

Ecris, ma cherie. Ne oublies pas. Adieu…

Na stanici u Puli, pod vrelim suncem leta,
sam čekao autobus i svirao gitaru.
Tad sela je kraj mene, i pitala dal’ smeta,
i znam li dobar hotel u Rovinju il’ Vrsaru.

Oprosti mi, Katrin, možda nisam bio fin,
mada si mi bila draga.
Oprosti mi, Katrin, sve je sada samo dim.
Našoj ljubavi ni traga.

I reče da je stigla tog jutra iz Dijona.
Odvedoh je u mali restoran s dobrom klopom.
Uz sendviče i kafu, onako iz fazona,
Predložih joj da dalje krene sa mnom auto-stopom.

Oprosti mi, Katrin…

I sutra, sve je bilo k’o da se dugo znamo.
Na plaži joj, na poklon, izronih morskog puža.
I nije rekla ništa, nasmešila se samo.
I pružila mi ruke kao sebe da mi pruža.

Oprosti mi, Katrin…

I, mahala mi dugo sa prozora vagona.
I pisala mi, posle, da pamti sunce juga.
I zvala me, u jesen, da dođem do Dijona,
al’ tamo ne bi bila ista, nego neka druga.

Oprosti mi, Katrin…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...