Ma dove ti sei cacciata? – Pa dobro gde si ti? – Rani Mraz (Dj. Balasevic) -1980

 

odlazi_cirkus

Dall’album dei Rani Mraz: Odalzi cirkus (1980)

 

Buttiamoci sulle canzoni facili… questa è proprio facile facile.. pure troppo… e un po’ bruttina… si può dire?

PA DOBRO GDE SI TI?

Non sono mai stato un ragazzo
di cui si parla tanto
ma penso di essere un tipo
e che sono affascinante
forse mi sbaglio

ma ho questa impressione

Alcuni dicono che sono ghiaccio

altri dicono che sono fuoco
a me veramente non mi interessa niente
chi lo pensa e chi lo crede

quando a lei non gliene frega niente

E sempre invento versi nuovi

o qualcosa diverso dagli altri
ma sempre quando la incontro

le dico la solita cosa

Ma dove ti sei cacciata?

proprio in questi giorni
volevo chiamarti
e dimmi hai sempre il solito numero

duecento tre?

Ma dove ti sei cacciata?

perché torni
sono a casa il pomeriggio
eh dimmi come stanno la mamma

il babbo, la nonna e tutti gli altri?

Ogni notte sogno un film

dove lei è l’attrice principale
immagino il colore che le piace
immagino il suo carattere

come dorme, o qualcosa di simile

Oh io saprei amarla

saprei come fantasticare con lei
come proteggerla, come baciarla
come dormire con lei, come perdonarla

mi piacerebbe farlo tanto di persona

Certe volte non so se sogno

certe volte non so quando è la realtà
volevo proprio una ragazza come questa
è proprio una strana coincidenza

davvero, ve lo dico sul serio

alcuni dicono che sia dolce

altri dicono che sgarbata
alcuni dicono che sia fantastica
altri pensano che faccia schifo
io sono d’accordo

ma io sono sempre d’accordo

e compongo sempre versi nuovi…

Versione originale:

PA DOBRO GDE SI TI?

Nikad nisam bio momak oko kog se diže larma,
ali mislim da sam faca i da imam nekog šarma.
Možda grešim, al ja sam takvog dojma.

Neki misle da sam led, neki misle da sam vatra,
meni stvarno nije važno, š
ta ko misli ili smatra,
kada ona o tome nema pojma.

I uvek smišljam neki novi stih, i neki fazon drukčiji od svih,
al uvek kad je sretnem kažem ja istu stvar:
Pa dobro, gde si ti? Baš sam ovih dana hteo da te zovnem.
Hej, reci mi, dal još uvek imas onaj broj sa 203?Pa dobro, gde si ti? Što ne navratis, kod kuće sam popodne?
Hej, reci mi, kako mama, kako tata, kako baka, kako svi?Svake noći sanjam film u kom je ona glavni akter,
smišljam koju boju voli, smišljam kakav je karakter.
Kako spava, ili tome slično.Ja bih znao da je volim, ja bih znao s njom da maštam,
da je čuvam, da je ljubim, da joj lažem, da joj praštam
– to bi hteo da joj radim lično.

I uvek smišljam neki novi stih, i neki fazon drukčiji od svih,
al uvek kad je sretnem kažem ja istu stvar.

Pa dobro, gde si ti? Baš sam ovih dana hteo da te zovnem.
Hej, reci mi, dal još uvek imaš onaj broj sa 203?

Pa dobro, gde si ti? Što ne navratiš, kod kuće sam popodne?
Hej, reci mi, kako mama, kako tata, kako baka, kako svi?
Nekad ne znam da li sanjam, nekad ne znam šta je stvarnost,
ja sam hteo tačno takvu, to je čudna podudarnost,
tačno takvu, ma ozbiljno vam kažem.

 

Jedni misle da je nežna, drugi tvrde da je gruba.
Jedni misle da je super, drugi misle da je truba.
Ja se slažem, ma ja se uvek slažem.

I uvek smišljam neki novi stih…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...