Vivere liberamente – Ziveti slobodno – Djordje Balasevic – 2000

otpor
devedesete-omot

Dall’album: Devedesete, 2000

“Ziveti slobodno” è una famosa canzone di Balasevic diventata l’inno del movimento studentesco Otpor (resistenza), visto dal regime di Milosevic come un movimento “straniero e nemico della patria”.. La traduzione è stata fatta da Alma Telibecirevic ed è tratta dal sito balasevic.net.

VIVERE LIBERAMENTE

Tanto tempo fa il diavolo si è preso il posto sulla tua soglia, Serbia…
Nessun vivo si ricorda cosi’ tante disgrazie per colpa di un visir solo.
Attorno a te i vicini tuoi alzano dei bastioni di rabbia e di disprezzo..
Questo non è successo mai: i pazzi sono lieti, e gli altri si vergognano.Le cronache nere e le fisarmoniche, rock’nroll svalutato,
le favole con la fine dove restano i migliori non passano più….
della parte scura del globo si vede meglio che i migliori se ne vanno,
i marciapiedi di Toronto, gli occhi color del fronte…il motto di tutti noi….La storia si riduce alle parole che parlano di libertà!?
Passeggeri in volo..un aiuto debole…
Questo non è testa o croce, o “ci siamo o non ci siamo”?
Questo cuore batte il tam-tam perpetuo della Resistenza!Vivere liberamente, rimbombare nel mondo,
Ornato con la piuma del falco come incantesimo contro le catene,
vivere liberamente! Sottomettere il mondo con una canzone…!
Il tuo segno si trova in ogni città dove c`e qualcuno che ti vuole beneAssaggiare il sud come il grano dell’uva dal palmo della Madonna,
Leccare il sale da quel ferro a cui si legano le barche,
Ascoltare come i venti fischiano ai frassini bianchi della steppa,
Prendere le acque che risvegliano dei geni conservati dentro di te

Ogni mattina è un nuovo sbocco, scorri come il ruscello
Il pruneto è ancora più intricato, il cielo è la tua scorciatoia
e schiaccia i diamanti falsi come il mallo della noce vuota;
I viali del mondo si ricordino della musica dei tuoi passi!

Ma appena si nomina il fantasma del cambiamento, i caschi lampeggiano…
Fanno penna i vecchi che si rinchiudono appena i padroni sgridano,
si sforzano i giovani di disabituare alle bugie dei propri padri,
e cosa succede alla fine? Si sa: viaggiatori per Sidney, andiamo, uscita numero tale…

Fino a quando ci prenderà in giro il cattivo mago di Oz?
Fino a quando ‘sto modo di dire cosi stupido: “Taci, va bene cosi! Ma non va bene!”
Ed anche se raccolgono tutta la loro preda, non possono comprarvi!
Non possono contare la vostra giovinezza come un paio di spiccioli.

Versione originale:

ZIVETI SLOBODNO

Davno ti je vrag zaseo na prag, zemljo Srbijo…
Niko živ se ne seća tolikih nesreća za jednog vezira…
Oko tebe komšije podižu bedeme jeda i prezira…
Tog još nije bilo… Ludama je milo… Ostale je stid…

Crne hronike i harmonike… Sitan rock & roll…
Bajke da na kraju ponajbolji ostaju više ne prolaze…
S tamne strane globusa bolje se vidi da Najbolji odlaze…
Pločnici Toronta… Oči boje fronta… Lozinka svih nas…

Na šta se priča svodi? Parole o slobodi…
Šetači-preletači? Slaba potpora…
Nije to glava-pismo… Ili jesmo ili nismo?
Ovo srce bubnja večni tam-tam otpora:

Živeti slobodno… Svetom se oriti…
Okićen perom sokola… Za urok protiv okova…
Živeti slobodno… Pesmom pokoriti…
Tvoj steg na svakom gradu je gde ti se neko raduje…

Probati jug ko zrno grožđa sa dlana bogorodice…
Liznuti so sa onog gvožđa za koje vezu brodice…
Slušati vetre kako gude u bele stepske jasene…
Zajtiti vode koje bude gene u nama spasene…

čim se pomene fantom promene sevnu šlemovi
Žali bože matore, oni se zatvore čim gazde podviknu…
Upiru se deca da rođene očeve od laži odviknu…
Šta na kraju bidne? Putnici za Sidnej, izlaz taj i taj…

Dokle, bre, da nas voza zli čarobnjak iz Oza?
Dokle taj glupi džoker “ćuti, dobro je”?
Ma, čitav plen da skupe, pa ne mogu da vas kupe…
Da vam mladost kao sitan kusur odbroje…

Živeti slobodno… Svetom se oriti…
Okićen perom sokola, za urok protiv okova…
Živeti slobodno… Pesmom pokoriti…
Tvoj steg na svakom gradu je gde ti se neko raduje…

Svako je jutro novo ušće… Poteci kao rečica….
Neka se trnje plete gušće… Nebo je tvoja prečica…
I zdrobi lažne dijamante ko ljusku šupljeg orha…
Nek bulevari sveta pamte muziku tvojih koraka…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...