La bella figlia dell’arciprete ortodosso – Lepa protina kci – Djordje Balasevic – 1982

pub-omot

Dall’album: Pub, 1982

Sul blog originale Vagabondando questa canzone ha aperto un dibattito tutto maschile se si potesse definire o no una canzone triste. La ripropongo quindi in questo nuovo blog, chissà se qualcuno vorrà ancora aggiungere la sua opinione! Effettivamente è una canzone rivolta ad un pubblico tipicamente maschile, quindi lascio volentieri la parola a loro 🙂

Anche il traduttore è un ragazzo, Marco iz Milana, e la sua traduzione è stata presa dal sito sito lyricstranslate.com. Ho lasciato la traduzione di Marco ma rispetto alla prima pubblicazione mi sono comunque permessa di aggiustare il titolo da solo “prete” a “arciprete ortodosso” 🙂

LA BELLA FIGLIA DELL’ARCIPRETE ORTODOSSO

Ero ancora molto giovane
e stavo cacciando degli uccelli
quando è venuta a fare il bagno
la bella figlia del prete.

Lei non sapeva dov’ero
e che la stavo guardando di nascosto tra le canne e i giunchi.
La notte cadeva sopra il fiume
come un mantello.
La luna illumina i campi,
uno sciame di stelle nel cielo d’argento,
gocce d’acqua come perle
che risplendono tutte su di lei.
Oh cuore pazzo, sogni pazzi,
tutti i miei amici si erano già fidanzati,
ma io volevo solo una:
la bella figlia del prete.
Per strada suona una strana canzone,
quell’inverno arrivò il suo matrimonio
da lontano, un mondo
per me estraneo.
Me ne andai subito per la via,
mentre cadeva la prima neve.
E qualche volta ancora sento risuonare le campane
che la portarono via chissà dove.
Ho ancora tempo per sposarmi,
ecco, sono rimasto scapolo fino ad oggi,
e non ho mai più incontrato
la bella figlia del prete.

Una vita pacifica, tranquilla,
qualche volte gioco a carte o butto giù qualche verso,
le cose vanno avanti
e io ne resto fuori.

Bacio le brave ragazze, bacio quelle facili,
alcune giuste e altre no,
e tutte sono fate, tutte sono regine,
ma nessuna è importante a parte lei.

Versione originale:

LEPA PROTINA KCI

Jos sam bio sasvim mlad
neke barske ptice sam lovio tad
kad je dosla da se kupa
lepa protina kci

Nije znala gde sam ja
da je gledam krisom
kroz trsku i sas
a preko reke
noc je pala kao plast

Mesec tinja nad vrbakom
srebri nebo zvezda roj
a kapi vode kao biseri
koji blistaju svud po njoj

O, srce ludo, ludi sni
vec se moji drugovi momcili svi
a ja sam hteo samo jedno
lepu protinu kci

Cudnom pesmom zvoni drum
te su zime svatovi dosli po nju
iz daleka neki svet
za mene tudj

I bas sam prosao sokakom
padao je prvi sneg
i jos ponekad zazvone praporci
sto je odnose ko zna gde

Da se zenim imam kad
ja sam, eto, ostao momak do sad
i nikad vise nisam sreo
lepu protinu kci

Jedan zivot miran, tih
nekad bacim kartu il’ napisem stih
stvari teku
ja se drzim izvan njih

I ljubim dobre, ljubim lake
neke prave, a neke ne
i sve su vile, ma, sve su kraljice
i sve su nevazne naspram nje

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...